Crea sito

I benefici effetti del sorriso

 

 
Fin dal passato si pensava che il buon umore apportasse benefici alla salute dell’individuo.
Nel XVII secolo, Thomas Sydenham, uno dei maggiori esponenti della medicina inglese affermava che “L’arrivo di un buon clown esercita, sulla salute di una città, un’influenza benefica superiore a quella di venti asini carichi di medicinali”.
Sigmund Freud neurologo e psicoanalista austriaco del XIX secolo, si interessò ai motti di spirito studiandone gli aspetti più profondi e le loro reazioni sulla psiche. In seguito ai suoi studi scrisse il saggio “Il motto di spirito e la sua relazione con l’inconscio” pubblicato nel 1905.
A partire dagli anni 60 negli Stati Uniti iniziarono i primi studi sulle virtù terapeutiche della risata. Il caso più eclatante ci fu negli anni ’80.
Il giornalista scientifico Norman Cousin si ammalò di spondilite anchilosante (una grave malattia che provoca dolore alla colonna vertebrale, colpisce  articolazioni, ossa, muscoli e tendini e se non curata adeguatamente porta alla paralisi).
Cousin decise di curarsi con una terapia inusuale: umorismo e vitamina C.
Ogni giorno vedeva film comici per 3-4 ore.
Contrariamente a ogni previsione riuscì a guarire completamente.
Dopo poco tempo nacque la gelotologia (Cousin può esserne considerato il precursore), la disciplina che studia il fenomeno del riso e le sue potenzialità terapeutiche.
Giungendo ai giorni nostri uno dei grandi sostenitori dei benefici effetti del buon umore è Hunter “Patch” Adams un medico statunitense e attivista sociale nato il 28 maggio 1945 a Washington. Nel 1971 fondò il Gesundheit Institute che sorse grazie all’aiuto di un gruppo di amici, insieme riuscirono a trasformare una casa in un ospedale in cui si offriva assitenza gratuita ai malati. In 12 anni furono assistiti e curati circa 15000 pazienti.
Nel 2007, Patch Adams e il Consiglio Gesundheit hanno presentato una campagna per la costruzione di un nuova clinica senza scopo di lucro nel West Virginia che offrirà assistenza sanitaria umana e buon umore ai pazienti, lo humour infatti, secondo Adams è fondamentale per la guarigione fisica e mentale dei malati.
Il medico viaggia in tutto il mondo per divulgare la conoscenza sul potere terapeutico del sorriso.
Per lui “La medicina è uno scambio d’amore, non un business.”

Effetti della risata:

-Rilassa il corpo e riduce lo stress fisico, riesce ad abbassare la percezione del dolore poichè quando si ride vengono liberate beta-endorfine e catecolamine che hanno un effetto calmante sulla zona sofferente.

-Riesce ad aumentare gli anticorpi nel sangue, di conseguenza si rinforza il sistema immunitario che protegge la salute dell’organismo.

-Aumenta la capacità polmonare e quella del sangue di trasportare ossigeno, risulta quindi benefica per il sistema respiratorio ma anche per quello cardiocircolatorio, migliorando l’ossigenazione e la circolazione del sangue abbassa la pressione e aumenta la frequenza cardiaca.

-E’ un buon allenamento per il cuore, ma anche per i muscoli facciali e addominali che muovendosi massaggiano organi interni come intestino, stomaco e fegato migliorandone le funzioni.

-Migliora l’umore e riduce lo stress. Rilassa il corpo abbassando il livello di cortisolo nel sangue. Il cortisolo viene chiamato “ormone dello stress” perché la sua produzione aumenta in seguito a forte stress psico-fisico.

-Aumenta il numero delle cellule T e delle natural killer che aiutano i malati di cancro poichè svolgono l’importante funzione di eliminare le cellule tumorali.

 

Una risata non costa nulla ed è sempre disponibile.

 

Presentazione del film “Mrs. Doubtfire” il cui protagonista principale è il bravissimo Robin Williams.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.Both comments and pings are currently closed.
15 Responses
  1. claudio says:

    condivido in tutto!!!! è vero, il sorriso agisce sulle emozioni, quindi va dentro nel nostro inconscio più profondo…e fa bene!:-)
    un carissimo saluto da claudio!

  2. wolfghost says:

    Non costa nulla in termini economici, ma tanto in quelli di quanto siamo in grado di fare. Infatti sorridere e ridere non è qualcosa che possiamo imporci, non è così semplice, e chi non è… abituato puo’ non riuscire a farlo. Tutti conosciamo qualcuno così “serioso” da non essere capace di sorridere. Probabilmente molti di noi non sarebbero riusciti a reagire come Norman Cousin (ero inevitabilmente rimasto affascinato dalla sua storia): chi si ammala di una malattia grave puo’ non riuscire a ridere nemmeno guardando il film più spassoso di tutti i tempi. Puo’ piangere invece, e tanto. Dipende da tante cose. Dal carattere che si è formato negli anni, nel proprio sistema di credenze che spesso è inconscio e che determina la fede nella “cura”.
    I buoni esempi sono indispensabili, servono a dimostrare che “si può fare”. Ma a volte non bastano.
    Che poi… anche se le risate non compissero il miracolo ma riuscissero a far vivere serenamente il tempo che resta… ci darebbero già una grande, grande conquista.
    Un caro saluto! 🙂

  3. Demetrablu says:

    @ Claudio, fa bene si 😉 un caro saluto anche a te!!
    @ Wolf, hai ragione non tutti riescono a farlo, è questione di carattere, da come ti poni di fronte alle situazioni.
    Io ad esempio sono abituata a sdrammatizzare parecchio sulle cose a riderci su. Quando si sta male conta più che altro la forza d’animo, anni fa ho avuto un problema ad un braccio (ero caduta con il motorino), un medico disse che probabilmente non lo avrei più mosso, li per li mi prese lo sconforto, ma dal secondo giorno reagii, esercizi e ironia…andavo avanti così e funzionò mi ristabilii del tutto.
    Il fatto è che anche se il buon umore non può fare miracoli (tranne qualche volta ;-)) fa sentire bene, quindi perchè non usarlo, ovviamente mi dispiace per chi proprio non ci riesce..
    Buona serata caro Lupo 🙂

  4. wolfghost says:

    Sono d’accordo cara, è proprio così. Anche se non riesce a fare il miracolo, comunque puo’ dare la serenità giusta per andare avanto fino a quando si puo’. Puo’ sembrare poco, ma io credo che non lo sia affatto…
    Un caro saluto 🙂

  5. Demetrablu says:

    Infatti e vivere sereni non è affatto poco anzi è una buona medicina per tutti..
    Buona serata caro Lupo, un bacio! 🙂

  6. Wolfghost says:

    Ce l’abbiamo fatta cara 🙂 I nostri blog sono sopravvissuti ancora una volta! eheheh 😀

  7. Wolfghost says:

    Oppssss… com’è che adesso non viene più avatar e link automatico? 😮 Mah… speriamo bene! 😉

    http://www.wolfghost.com

  8. Mr.Loto says:

    Come non essere d’accordo? Quando si ride di gusto si percepisce un senso di liberazione, benessere e “leggerezza”… fortunatamente trovo “buffe” un mucchio di cose quindi per me non è affatto difficile farmi una bella risata!!

    Un saluto.

  9. Demetrablu says:

    @ Wolf, io ne ho ritrovato solo uno…questo eheh, comunque nulla di grave “Creazionididemetra” non si vedeva più perchè il suo template forse era stato rimosso (durante i lavori dello staff di Logga).
    Alla sparizione dell’avatar ormai ci ho fatto l’abitudine 😉
    Buonanotte caro Lupo 🙂
    @ Mr. Loto, chi ha la fortuna di saper sorridere sicuramente vive meglio 😉
    Un caro saluto a te 🙂

  10. Wolfghost says:

    No, no: guarda che c’è ancora l’altro tuo bel blogghino! 😉 Ci sono appena stato! 🙂

    http://www.wolfghost.com

  11. Demetrablu says:

    Si, ora si rivede perchè quando il 7 marzo sono entrata non trovandolo (li per li mi sono preoccupata) gli ho messo una veste (template) nuova 🙂

  12. wolfghost says:

    Eh, non bisogna preoccuparsi troppo in queste cose, perché i malfunzionamenti accadono anche alle… migliori piattaforme 😀

    Comunque mi pare che non abbia più avuto cali Logga… vero? 🙂

    http://www.wolfghost.com

  13. Demetrablu says:

    Sembra di no, tutto liscio come l’olio 🙂

  14. Questo proprio non lo sapevo, proverbi a parte.
    Peccato che ultimamente io rida poco…

  15. Demetrablu says:

    Benvenuta, be sai a volte scherzare e ridere anche quando le cose non vanno bene aiuta molto, io ne so qualcosa 🙂