Crea sito

I Maya

Photobucket

Guatemala,è una terra affascinante che cattura l’attenzione di chiunque. La sua natura rigogliosa e incontaminata, ricca di laghi e di foreste, e la disponibilità e gentilezza di coloro che la abitano lo rendono una paese bello e ospitale. Il Guatemala è un piccolo e meraviglioso paese che condivide con l’Honduras e il Messico una delle più significative e impressionati civiltà di questo continente.
Culla della cultura maya, che ha quasi tremila anni. La civiltà maya ha origini antichissime: i primi insediamenti si possono attribuire al 1500 a.C.,ma è solo nel 300 a.C. si cominciarono a sviluppare le prime vere e proprie città. Il territorio dei Maya occupava una superficie grande
quanto l’Italia, estendendosi per circa 900 chilometri, dalle coste del Pacifico, a Sud, fino all’estremità settentrionale dello Yucatan. La società Maya era regolata da una rigida gerarchia che vedeva al primo posto della scala sociale l’Ahau, il Signore e re, che aveva un potere divino simile a quello dei faraoni d’ Egitto. Ai sovrani sono dedicate le immense piramidi, i monumenti e le stele che recano lunghe iscrizioni con il racconto della loro discendenza dinastica, delle loro imprese militari e degli atti di governo. Nella loro cultura religiosa l’universo è
rappresentato dalla ceiba, l’Albero Cosmico: al di sopra dell’albero vi è il cielo simboleggiato da un uccello-serpente piumato che regola l’ordine della natura e del cosmo; la corona dell’albero segna il punto di contatto tra gli uomini e gli dèi; all’altezza del tronco si trova la Terra.
La grande civiltà Maya fu sopraffatta dagli spagnoli che giunti nel XVI secolo, si impadronirono della terra,  il popolo era non riuscì a difendersi  indebolito dalle guerre interne e colpito da devastanti epidemie di cui erano portatori gli stessi conquistadores.

Photobucket

Secondo i Maya ci furono cinque Ere cosmiche, corrispondenti ad altrettante civiltà. Le precedenti quattro Ere (dell’Acqua, Aria, Fuoco e Terra) sarebbero tutte terminate con degli immani sconvolgimenti ambientali.
Alcuni studiosi affermano che la prima civiltà – quella distrutta dall’Acqua – era Atlantide. Nel Popol Vuh (“Libro della comunità” dove sono raccolti miti e leggende dei gruppi etnici che abitarono la terra Quichè) dei Maya si legge: “un diluvio fu suscitato dal Cuore del Cielo… una pesante resina cadde dal cielo.. la faccia della terra si oscurò, e una nera pioggia cadde su di essa, notte e giorno”.
Secondo il calendario Maya, l’attuale Età dell’Oro, terminerà nel 2012.
Sul sito www.progetto2012.it è riportato: “Secondo studi da noi effettuati ed informazioni pervenuteci da svariate fonti, il 21 dicembre del 2012 la rotazione della nostra Terra sul proprio asse subirà una fermata che durerà 72 ore per poi riprendere a ruotare in senso inverso, con la conseguente inversione dei poli magnetici. Questa fermata darà probabilmente luogo a eventi climatici e sismici anomali di grandi proporzioni e l’umanità subirà molte perdite.”

Category: I Maya  Tags:
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.